Proroga dei 770 al 15 Settembre 2016

Ed anche quest’anno è arrivata la proroga dei 770.

La scadenza slitta al 15 Settembre 2016.

Pubblicato sulla gazzetta ufficiale Serie Generale n. 176 del 29-7-2016.

Eppure come per la proroga degli Unici la domanda che mi pongo è se non sia il caso di stabilire scadenze fisse, ma meglio distribuite e con la possibilità di invio post scadenza (pagando una sanzione).

Comunque sia …al 15 Settembre! 🙂

Corrispettivi giornalieri in formato elettronico e via telematico

Con il comunicato stampa del 21/07/2016 l’Agenzia delle Entrate annuncia l’arrivo di un’altra interessante innovazione telematica: i corrispettivi giornalieri.

Memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri

Come descritto nel pdf dell’Agenzie delle Entrate dal 2017 sarà possibile (e non obbligatorio) optare per la tenuta dei corrispettivi giornalieri in formato elettronico e con una trasmissione via telematica.

Nel link fornito nello stesso documento è possibile trovare i dettagli dove si illustrano le informazioni da trasmettere e le regole tecniche:

Definizione delle informazioni da trasmettere, delle regole tecniche, degli strumenti tecnologici e dei termini per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri da parte dei soggetti di cui all’articolo 2, comma 1, del decreto legislativo del 5 agosto 2015 n. 127, nonché delle modalità di esercizio della relativa opzione

Tale novità non solo introdurrà una modifica nella comunicazione nei confronti dell’ Agenzia Entrate, ma credo che formerà una standard anche per i software di contabilità, che garantiranno una rapida registrazione dei file generati dai nuovi registratori di cassa.

La pubblica amministrazione continua il suo processo di informatizzazione, che probabilmente mostra ancora alcune pecche, ma senza dubbi indirizza tutti quanti verso un’era più digitale.

 

Ed anche quest’anno, la proroga è arrivata!

Ed eccola! Tanto attesa, è arrivata la proroga per il versamento delle imposte al 6 Luglio anziché al 16 Giugno. Da poche ore con un comunicato stampa del MEF è stata ufficializzato lo spostamento dei termini:

Slitta dal 16 giugno al 6 luglio 2016, il termine per effettuare i versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dalla dichiarazione Irap e dalla dichiarazione unificata annuale da parte dei contribuenti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore. Lo prevede il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, che è stato firmato dal premier Matteo Renzi e che è in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
Dal 7 luglio e fino al 22 agosto 2016 i versamenti possono essere eseguiti con una lieve maggiorazione, a titolo di interesse, pari allo 0,40 per cento.

Fonte MEF

Come già precedentemente scritto, anche quest’anno è arrivata la proroga, tuttavia, come ogni anno, siamo sempre a ridosso della scadenza. Molti di noi professionisti del settore, probabilmente, avranno accelerato e corso per stare dentro i termini, avranno pressato i clienti per la consegna dei documenti, avranno seguito ritmi infernali per cercare di non perdere la scadenza e solo a pochi giorni dal termine, ecco la proroga. Quest’ultima è utile e comoda a tutti, tuttavia sarebbe opportuno investire del tempo nel capire i motivi che originano tale problematica per ogni adempimento e cercare di risolverla DEFINITIVAMENTE impostando termini fissi con la possibilità di invii tardivi (con eventuali sanzioni ed interessi).